News Carrera / Home

Carrera 2013

 

La Carrera dei 60 anni è Mora

Gli esordienti in nero e rosa sul primo gradino, seguono Coyote e Nibbio

CASTEL SAN PIETRO. Esordio con il botto per un team nuovo di zecca che non a caso ha riporta sulla pista cittadina i colori di chi fece la storia della gara autopodistica castellana: nero e rosa. Non è però... Nera bensì Mora la vincitrice della Carrera dei 60 anni. E’ infatti questo il team che ha spodestato, dopo cinque anni il Coyote, rimasto solo secondo nonostante fosse partito a sua volta in testa al fianco dei novelli vincitori. Del resto sembravano fin da principio queste due le squadre destinate a darsi battaglia per la vittoria e così è stato. Terzo sul podio si è appollaiato... il Nibbio.
La famosa gara di automobiline a motore “umano”, con quattro spingitori che si alternano nei vari tratti del circuito, ha festeggiato ieri i sessant’anni bagnata dalla pioggia. Una pioggia a tratti battente che per un’ora circa ha tenuto tutti con il fiato sospeso e gli organizzatori incerti sul da farsi fino a decidere per la soluzione meno drastica. Semplicemente rinviare di un’ora circa la partenza.Un po’ automobilismo, un po’ bob, un po’ staffetta, un po’ Palio di Siena vista l’accesa rivalità fra le squadre e la tifoseria da rioni che anche ieri si è riversata nelle strade castellane affollandole sempre molto, magari solo un pelo meno degli anni passati a causa del maltempo ma non della fugata passione. Perchè è vero che ci sono stati anni di “stanca” e il Club Carrera ha dovuto faticare per rimettere in pista atleti, entusiasmo, volontari, ma alla fine la festa non ha tradito le attese.

 

Corriere di Romagna del 09/09/13

 


 

La Mora si aggiudica il Trofeo Maurizio Ragazzi Il Coyote, che mastica amaro, finisce sul podio

La MORA, alias Nera, riprende da dove aveva lasciato nel 2005, anno del ritiro del team, piazzando una doppietta.

Nella 60 Carrera, Trofeo Maurizio Ragazzi, il Coyote ha sfruttato la partenza alla corda, prendendo un buon margine sulla rivale di sempre.
La superiore scorrevolezza della Mora è stata però talmente evidente, che di fronte al Municipio il sorpasso era cosa fatta, e alla curva della Corona il vantaggio aveva già superato i dieci metri. A quel punto la sfida si spostava tra gli spingitori, ma il Coyote non ha recuperato nulla, come si pensava, per cui nella seconda discesa il distacco sui rivali è lievitato. Alle spalle di questi due team, l’Ov non solo è subito rimasto indietro, ma nel secondo giro ha dovuto subire il ritorno del Nibbio, che partito dalla terza fila, con il settimo tempo, ha conquistato il podio con un poderoso sprint finale. A seguire Delfino Team Drillo e Spider, per una gara che è filata via liscia senza grossi problemi. 

I PROBLEMI, semmai, li aveva provocati il tempo incerto, con timidi accenni di pioggia, che hanno indotto a rinviare tutte le partenze di 30 minuti. Tutto si è poi risolto per il meglio, con l’esibizione delle 5 macchine della Carrera dei Piccoli che si è svolta senza problemi. A seguire è partita la Carrera Rosa: ha confermato la supremazia delle Spadrille, che si sono imposte nettamente sulle Ovette. Il Duff ha invece strappato il terzo posto a Lady Porz, che l’aveva preceduta nelle prove ufficiali. Nella 56 Coppa Terme, Trofeo Giuseppe Raggi, risparmiata dalla pioggia, ma corsa con una umidità pazzesca, la Mora ha vinto la prova con largo margine, come da pronostico. La novità, semmai, viene dalla damigella d’onore, con il sempre più convincente Ov che batte il Coyote, superandolo molto presto, in prossimità del teatro Arena, trascinato da Casacci, non per nulla figlio d’arte. Da segnalare qualche problema, quasi inevitabile con 15 macchine al via: una brutta caduta per Uberti del Bianco Nibbio, tamponato dalla Porcella, con un braccio malconcio, e uno spettatore investito dall’altro lato della strada. Tanta gente comunque, a cominciare dalla sfilata del mattino, veramente molto bella, con i team che si sono sfidati, sfornando idee a ripetizione, che il pubblico ha mostrato di apprezzare.

 

di Franco Casadio

Il Resto del Carlino 09/09/13

 

Informazioni aggiuntive