info buca nera

buca2

 

Era il febbraio del 2006, quando il team Nera decise (...spiazzando un pò tutti!!) di ritirarsi dalla Carrera, nonostante avesse vinto le ultime quattro edizioni mettendo a segno quattro storiche doppiette.

L'ambiente stava diventando troppo "pesante", ed il team cercava nuovi stimoli. Fu così che durante l'inverno di quell'anno, maturò l'idea di disputare il 1° Campionato italiano Soap-box Ferrari.

Il team Nera abbinato al Ferrari Club Pianoro vincendo tutte le gare in programma, si aggiudicò il campionato, ricevendo attestati di stima anche da parte di alcuni ingegnieri del Cavallino.

Ma subito dopo rispuntò la solita domanda "...e adesso cosa facciamo?". Il gruppo rosa nero per la prima volta non riusciva a darsi degli obbiettivi.

La voglia di lanciare una nuova sfida a qualche nuovo progetto era forte, ma non si trovava il progetto......

Piano piano emerse dal gruppo la voglia di mantenere il "contatto" con la Sagra della Braciola, che non fosse però legato al mondo della meccanica.

L'accostamento alla gastronomia fu immediato e da qui l'idea di buttarsi nella ristorazione, un mondo del tutto diverso da quello frequentato per tutti questi anni, ma molto stimolante perchè in effetti era una nuova avventura.... Si era trovato anche il progetto, aiutare con il ricavato alcune associazioni di volontari di Castel San Pietro.

L'ubicazione fu subito individuata nella P.zza Galileo Galilei, luogo storico dove la squadra della Nera si ritrovava prima della gara pomeridiana della Carrera.

Il comune di Castel San Pietro accolse con favore l'iniziativa e mise a disposizione il cortile e parte delle infrastrutture del vecchio asilo nido, alcuni commercianti del paese diedero la loro disponibilità ad aiutare questa idea, tutto stava prendendo corpo, mancava solo una cosa...il nome!!!......."siamo in un vicolo...un buco....siamo della Nera!!!??......La Buca Nera!!!!"

Quel Settembre del 2007 segnò l'inizio di questa meravigliosa avventura! Le persone che fino a qualche mese prima montavano cuscinetti alle ruote o facevano convergenze o studiavano strategie di gara nella "mitica" Nera, si trovarono improvvisamente a fare chi il cameriere, chi il cassiere o addirittura il cuoco.

Ci fu una grande partecipazione del popolo rosanero. In quel luogo tornavano a respirare le stesse emozioni di qualche anno prima, era come essersi di nuovo rincontrati.

Tantissime altre persone vennero a farci visita ed ad assaggiare la nostra cucina che continuava a ricevere complimenti.

Fu un successo inaspettato!!!

Da quella data l'operato della "Buca Nera" continua, contribuendo ogni anno a raggiungere altri traguardi tutti rivolti alla beneficienza.

Lo scorso maggio è stato organizzato uno stand gastronomico al termine dello svolgimento dei Giochi Sportivi Studenteschi, che ha consentito alla Scuola Primaria Statale " Albertazzi" di Castel S. Pietro di raccogliere un sostanzioso contributo a sostegno delle proprie attività didattiche.

Recentemente la Buca Nera assieme al gruppo degli Alpini locali, si è impegnata per una Pesca di beneficenza che ha venduto circa 2000 biglietti e ha distribuito centinaia di bellissimi premi offerti dai commercianti, donando i proventi alla popolazione di San Felice sul Panaro recentemente colpita dal terremoto.

Il gruppo in questi anni si è allargato e ad oggi oltre al gruppo storico della Nera si sono aggiunti una ventina di persone (l' organico supera le trenta unità) che con il loro preziosissimo contributo continuano a dare vita a questa iniziativa, a questa splendida avventura....

Quest'anno l'obbiettivo della "Buca Nera" è di quelli da fare tremare i polsi.

Si vuole dare il solito contributo alle varie associazioni di volontariato del paese ed un aiuto consistente alle popolazioni colpite dal terremoto, un progetto che speriamo sia condiviso da parte di tutti i cittadini di Castel San Pietro.

Come sempre il nostro impegno non mancherà, anzi se possibile vogliamo aumentarlo, perchè questa volta se si vince si vince tutti assieme!!!

 

facebook 32 32 La Buca Nera

Informazioni aggiuntive